Le 1000 chiese di Roma

Roma è una città ricca di chiese! Dunque se è vostro desiderio sposarvi in una chiesa con rito cattolico, non avete che l'imbarazzo della scelta.
Non fatevi prendere dall'ansia, sicuramente ce n'è una adatta alla vostra coppia!
Potete sceglierla facendovi guidare dalla sua bellezza o ricchezza di opera d'arte, per la sua posizione o per la sua storia. Potete sceglierla perché vi ha regalato emozioni uniche. Ma potete anche sceglierla perchè è lei che si addice alla perfezione allo stile del vostro matrimonio, o alla stagione scelta.

Proveremo qui a guidarvi nella scelta mostrandovi alcune foto e dandovi qualche indicazione storica.
Non ci fermiamo qui, stiamo lavorando per offrirvi tanti dettagli e informazioni tecniche importanti per la scelta... quindi, non ti resta che salvare questa pagina tra le tue preferite, leggere, innamorarti di Roma e tornare per i prossimi aggiornamenti!!

P.S. Oltre ai dettagli aggiorneremo con sempre nuove chiese e nuovi suggerimenti... Roma, come abbiamo detto già, non si può limitare a offrirvi le 10 o 15 migliori chiese...

Le chiese preferite dagli sposi romani e da noi di Spiccavolo:

Sant'Andrea al Quirinale

Sede del noviziato dei gesuiti la piccola chiesa fu commissionata da Papa Alessandro VII e costruita su progetto di Bernini. La facciata si apre su un piccolo sagrato che ricorda il colonnato, di effetto barocco, della basilica di San Pietro. Chiesa utilizzata dai Re, non tutti sanno che all'interno c'è un passaggio che porta direttamente nei giardini del Quirinale, oggi chiuso al pubblico.

virgoletta

San Pietro in Montorio

San Pietro in Montorio sorge sul Gianicolo, nel rione Trastevere, nel luogo dove si diceva fosse stato crocifisso S. Pietro. All'interno la chiesa è abbellita da capolavori di eminenti artisti: Sebastiano del Piombo, Pinturicchio, Baldassarre Peruzzi, Giorgio Vasari e Bernini. Nel primo cortile del convento è il cosiddetto Tempietto del Bramante, monumento celebrativo di piccole dimensioni dedicato al martirio di S. Pietro, considerato uno degli esempi più significativi d'architettura rinascimentale.

virgoletta

Santa Francesca Romana

Santa Francesca Romana è anche conosciuta come "Santa Maria Nova al Foro Romano".
Si trova in una suggestiva posizione, circondata dai colli Oppio, Celio e Palatino, vicino al Colosseo e all'arco di Settimio Severo.
La chiesa ed il compendio monastico sono stati costruiti nello stesso luogo dove nell'antichità sorgeva il tempio dedicato alla dea Venere. Nel 1484 nella chiesa vi è stata sepolta Santa Francesca, matrona romana appartenente alla nobile famiglia dei Ponziani e istitutrice dell'ordine religioso delle oblate di Tor de'Specchi.

virgoletta

Basilica dei Santi Giovanni e Paolo

Santi Giovanni e Paolo è una bellissima chiesa in stile Barocco a due passi dal centro storico vicino villa Celimontana.
È conosciuta come "Chiesa dei Lampadari" per il numero impressionante di lampadari di cui è dotata.
Ospita al suo interno le tombe dei due santi da cui prende il nome. È una delle chiese più antiche di Roma (I e II secolo). La Basilica è tra le chiese più richieste a Roma per i matrimoni, infatti l'effetto delle luci, dei lampadari e dei fari durante la cerimonia, unita agli splendidi interni, la rende una delle chiese più suggestive di Roma e del mondo. Se desiderate celebrare qui il vostro matrimonio è necessario prenotare con largo anticipo!

virgoletta

Basilica dell'Ara Coeli in Campidoglio

Sorge sulla più alta sommità del più piccolo ma più celebrato fra i sette colli di Roma, il Campidoglio.
La chiesa è famosa per il "Santo Bambino", scultura in legno del Bambin Gesù intagliata con il legno d’olivo del giardino dei Getsemani ricoperta d'oro degli ex voto: infatti era credenza popolare che fosse dotata di poteri miracolosi.
Incastonata tra la sede del Comune di Roma e l'Altare della Patria, si raggiunge con una lunga e ripidissima scalinata che mette alla prova i tacchi della sposa e non aiuta certamente a stemperare la tensione, ma l'ingresso nella navata è certamente tra i più spettacolari e mozzafiato.

virgoletta

Mausoleo di Santa Costanza

Santa Costanza è un mausoleo tra i più belli e particolari che si possano trovare. Fu fatto costruire tra il 340 e il 345 da Costantina, figlia di Costantino I, a ridosso della basilica costantiniana, presso la sepoltura di sant'Agnese, della quale era una devota. Mostra ancora i mosaici originali del IV secolo.
Essendo interamente circolare, gli sposi si troveranno, durante la cerimonia, al centro e gli ospiti tutt'intorno potranno ammirare la coppia da tutte le angolazioni. È situato in via Nomentana.

virgoletta

San Giorgio al Velabro

Questo luogo di culto ha origini molto antiche risalenti al IV secolo. Sorge nei pressi del cosiddetto Arco di Giano e immediatamente accanto all'Arco degli Argentari, nella piazzetta della Cloaca Massima.
Velabro era quella zona di Roma, paludosa e soggetta alle inondazioni del Tevere: secondo la leggenda qui si sarebbe arenata, alle pendici del Palatino, la cesta con i gemelli Romolo e Remo.
La chiesa può essere prenotata un anno prima delle nozze (se la data è 15 settembre 2019 puoi prenotare dal 1 settembre 2018).
La chiesa ha un suo fiorista e non se ne può scegliere uno diverso.
C'è un fotografo consigliato ma la coppia può decidere di portare il proprio.
Quattro sono gli orari in cui si può sposare: alle ore 10 o alle 12 del mattino e alle ore 16 o 18 del pomeriggio.
NON si trova in zona ZTL. Si può usufruire del parcheggio di San Teodoro.
Per accedere alla chiesa bisogna superare alcuni gradini; in caso di presenza di disabili per l'occorrenza sarà aperto un ingresso attrezzato.

virgoletta

Santo Spirito in Sassia

Nasce nel 727 come luogo di accoglienza per i pellegrini sassoni a Roma. Nel XII secolo venne costruita una chiesa, in seguito legata all'ospedale del Santo Spirito. Nel 1538 fu ricostruita dopo il sacco di Roma.
Dal 1993 è sede cardinalizia e Santuario della Divina Misericordia.

virgoletta

Santissimo nome di Maria al foro traiano

Piccola chiesa barocca di fronte alla colonna di Traiano. Le origini risalgono al 1736.
L'interno della Chiesa è a pianta ellittica con sette cappelle poste a raggiera. I medaglioni che ornano la cupola sono affrescati con le "Storie della vita di Maria". Sull'altare maggiore è venerata un'immagine della Vergine con Bambino.

virgoletta

Basilica di San Bartolomeo all'isola

La basilica di San Bartolomeo all'Isola sorge a Roma, sull'Isola Tiberina; edificata nel 998 per accogliere i resti di San Bartolomeo apostolo, il cui corpo è custodito nell’altare maggiore, e Sant’Adalberto. Venne costruita in un luogo di pellegrinaggio: esisteva lì un tempio dedicato ad Esculapio, ed erano numerosi coloro che visitavano il luogo sacro per implorare la propria guarigione. Roma era in pieno cambiamento in seguito alla diffusione del cristianesimo; il pozzo presente nella basilica, le cui acque erano ritenute taumaturgiche, dimostra come i cristiani sapessero valorizzare la tradizione: il pozzo è divenuto un simbolo evangelico.

virgoletta

Basilica di Santo Stefano Rotondo

La chiesa di Santo Stefano rotondo è una chiesa per gli sposi che vogliono guardare in viso tutti gli invitati. Vicino al Colosseo e al Circo Massimo, è una basilica con linee essenziali.
Ha una capienza di circa 130 persone.
Non offre servizio musicale perché non c’è l’organo ma si possono suonare altri strumenti. I fiori sono a scelta. Ha la comodità di avere il parcheggio pubblico al Celio, ma, offre solo 2 orari per il matrimonio: le 11 del mattino o le 16 del pomeriggio. Va prenotata con largo anticipo.
È un luogo molto originale perché qui troviamo l’altare posto al centro di un maestoso colonnato.

virgoletta

Basilica di Santa Maria in Domnica alla Navicella

Collocata sul colle Celio in un importante snodo stradale della Roma antica. Fondata nel VII secolo sui resti di una costruzione romana, venne ricostruita da Pasquale I nel IX secolo e restaurata sotto Leone X all'inizio del '500 su progetto di Andrea Sansovino.
Nota ai romani con l’appellativo di "alla Navicella" per la presenza sulla piazza del modello di nave in marmo, ritenuto ex voto d’epoca romana.
L’interno della chiesa è a pianta basilicale con tre navate divise da colonnati. La chiesa è dominata dal mosaico raffigurante la Beata Vergine Maria che, seduta in trono, è in procinto di consegnare Gesù bambino e benedicente ai fedeli.
Ha una capienza di circa 150 persone.
Ci sono numerosi parcheggi a pagamento nei dintorni ma risultano spesso occupati.
A causa dei lavori per la messa in sicurezza della basilica, matrimoni e cerimonie sono sospesi fino allo smantellamento dei ponteggi (termine dei lavori pevisto per dicembre 2020).

virgoletta

Basilica dei Santi Cosma e Damiano

La basilica dei SS. Cosma e Damiano situata nel cuore di Roma in via dei Fori Imperiali ed è una delle chiese più antiche ed affascinanti. Costruita riadattando due ambienti del Tempio della Pace, a cui si accedeva dal Foro Romano tramite un atrio di ingresso a pianta circolare, già trasformato da Massenzio in un tempio dedicato al figlio Romolo morto prematuramente.
Il tempio venne donato nel 527 a papa Felice IV, insieme alla biblioteca del Foro della Pace, il quale unì i due edifici per formare una basilica dedicata ai due santi greci, Cosma e Damiano, fratelli e medici che fornivano in nome di Dio assistenza medica a chiunque ne avesse bisogno, morti martiri nel IV secolo.
La celebrazione del matrimonio non può essere effettuata durante la messa domenicale delle ore 11.30, il 26 settembre festa dei SS Cosma e Damano, il 2 giugno Festa della Repubblica e la seconda domenica dopo Pasqua nella festa della Madonna della Salute.
Si trova in zona ZTL ma è possibile richiedere un permesso speciale per un massimo di 20 automobili.
L'utilizzo di riso, petali o quant'altro da parte degli ospiti per festeggiare gli sposi è possibile solo al di fuori del cancello principale.

virgoletta

Basilica di Santa Cecilia

S. Cecilia, sorge nella zona più antica di Roma, la caratteristica Trastevere. Subito dopo il martirio di S. Cecilia (III secolo), l'antica domus romana divenne luogo di culto e, già prima, durante la vita della santa, si era distinta come luogo di accoglienza di varie forme di povertà e di testimonianza di vita evangelica. La Basilica, dove le monache celebrano quotidianamente la liturgia delle ore, è una delle più suggestive dell'Urbe. Nella cripta è venerato il corpo di S. Cecilia, ritrovato nelle catacombe di San Callisto da Papa Pasquale I e riportato nella casa della martire, sulla quale Papa Pasquale edificò la chiesa consacrandola solennemente nell'821. Rinvenuto intatto nel 1599, il corpo di S. Cecilia fu ritratto in una splendida statua da Stefano Maderno. Famoso è il ciborio e l'affresco del Giudizio Universale. Il portale immette in un vasto cortile in mezzo al quale si trova una vasca quadrata sormontata da una grande anfora in pietra di origine paleocristiana.

virgoletta